San Nicola

LEGGENDE DI NATALE: SAN NICOLA ed i BAMBINI RISUSCITATI

Le storie di S. Nicola non sono state narrate tutte allo stes­so modo. Ogni popolo le ha rielaborate secondo la sua sensibilità. Ogni copista medioevale ci metteva del suo, quando proprio non incorreva in qualche errore di traduzione o copiatu­ra. Da una di queste sviste nacque la leggenda di S. Nicola più famosa in occidente.

L’episodio più importante e più storicamente documentato è quello che vide il Santo intervenire per salvare tre innocenti dalla decapitazione, fermando la spada del carnefice.

Da qualche tempo però, nel mondo cristiano la parola innocenti veniva spesso usata come equivalente di bambini (pueri). D’altra parte, nelle storie di S. Nicola raramente si diceva che aveva salvato tre uomini oppure tre cittadini di Mira. Per abbreviare e per indicare l’innocenza di quei condannati a morte, più spesso si diceva che Nicola aveva salvato tre innocenti.

A quel punto qualche scrittore fece un po’ di confusione, affermando che Nicola aveva salvato tre bambini, invece di dire che aveva salvato tre innocenti.

Il primo a dare questa erronea traduzione sembra che sia stato Reginold, uno scrittore tedesco che nel 961 dopo Cristo fu eletto vescovo proprio per aver scritto una bella Vita di S. Nicola intercalata da brani in musica.

Invece di usare innocentes Reginold usa il termine pueri, insinuando nella mente dei fedeli che si trattava di una storia diversa dall’episodio della liberazione di tre innocenti dalla decapitazione.

Secondo una prima versione, il fatto sarebbe accaduto mentre Nicola si recava al concilio di Nicea.

Fermatosi ad un’osteria, gli fu presentata una pietanza a base di pesce, almeno a quanto diceva l’oste. Nicola, divinamente ispirato, si accorse che si trattava invece di carne umana.

Chiamato l’oste, espresse il desiderio di vedere come era conservato quel “pesce”. L’oste lo accompagnò presso due botticelle piene della carne salata di tre bambini da lui uccisi.

Nicola si fermò in preghiera ed ecco che le carni si ricomposero e i bambini saltarono allegramente fuori dalle botti.

La preghiera di Nicola spinse l’oste alla conversione, anche se in un primo momento questi aveva cercato di nascondere il suo misfatto.

La seconda versione della leggenda non parla di bambini, ma di scolari.

Un nobile di un villaggio presso Mira, dovendo mandare i figli ad Atene per continuare negli studi, disse loro di passare da Mira a prendere la benedizione del vescovo Nicola. Essendo questi assente, essi non poterono incontrarlo e, giunta la sera, cercarono una locanda. Vedendoli benestanti, l’oste entrò di notte nella loro camera e li uccise, prendendosi i preziosi vestiti.

Non contento, mescolò le loro carni con altra carne salata, per darle agli avventori.

Il giorno dopo Nicola, divinamente avvertito, si recò dall’oste chiedendogli della carne.
L’oste gli mostrò la carne conservata, aggiungendo che era buona da mangiare.

Nicola attese sperando nel suo pentimento, ma quello non diede segni di resipiscenza.
Allora il Santo benedisse quelle carni e i tre scolari tornarono in vita.

Con la sua preghiera e le sue esortazioni, finalmente l’oste si pentì e promise di condurre una vita virtuosa. I tre scolari, come risvegliandosi dal sonno, presero le loro cose e ripresero il viaggio per Atene.

Ovviamente vi furono tante varianti di queste leggende. In molte di esse un ruolo importante e negativo svolge la moglie dell’oste. Ma le due più diffuse sono queste appena riportate, che diedero adito alla na­scita del patronato di S. Nicola sui bambini che, a sua volta, insieme all’episodio della dote alle fanciulle (ndr riporato su questo Blog con il titolo Leggende di Natale: San Nicola e le nozze delle 3 fanciulle), fece sorgere la figura di Santa Claus (Babbo Natale).

fonte: http://www.basilicasannicola.it/

***
Ti è piaciuto questo articolo?
Lasciaci il tuo like ed un tuo commento.
Aiutaci a creare una nuova comunità di amici che amano scoprire cose nuove, condividere ed interagire!

***
🎅 QUESTO NATALE, REGALA UN’EMOZIONE
🎁 Acquista una Held Eventi “CHRISTMAS GIFT CARD”

PUOI SCEGLIERE TRA:

👉 Diversi tagli di ricarica (€20, €30, € 50 ed €100) lasciando libera la persona che riceve la Gift Card di scegliere a quale attività partecipare durante l’anno (le ricariche sono acquistabili dalla Home del sito)
👉Acquistare una #card collegata ad un evento specifico.
👉 Donare la Speciale Held Eventi Gold Card Limited Edition (acquistabile solo fino al 25/12/2020)

💥 Non sai quale scegliere?
Contattaci, raccontaci a chi vuoi fare il #regalo e ti suggeriremo l’#idearegalo più adatta per la persona che la riceve.

➡️ I NOSTRI CONTATTI

Mail: staff@held-eventi.com
Telefono e WhatsApp: 3737744904

APPREZZI IL NOSTRO LAVORO e LE NOSTRE INIZIATIVE?
Segui e condividi i nostri Social!

Fb page: Held Eventi – Creatori di Emozioni
Instagram: Held_Eventi 
YouTube: Held Eventi 

***
NEWSLETTER
Vuoi rimanere sempre aggiornata/o in merito ai prossimi Eventi che organizzeremo?Iscriviti alla nostra newsletter direttamente dalla Home Page del sito

LASCIA UN COMMENTO