Come-Partecipare-Visite-Serali-Speciali-Musei-Vaticani

I MUSEI VATICANI – PRIMA PARTE #virtualtour

“I Vaticani, il Museo dei Musei” non si limitano ad accogliere le ricche collezioni di arte, archeologia ed etno-antropologia create dai Pontefici nel corso dei secoli, ma comprendono anche alcuni dei luoghi più esclusivi e artisticamente significativi dei Palazzi Apostolici. I Musei Vaticani nascono originariamente come collezioni di scultura classica. Questo perché i Pontefici si consideravano i legittimi eredi della storia romana. A partire dalla seconda metà del XVIII secolo, grazie ai reperti provenienti dagli scavi effettuati nel territorio romano e laziale, e alle acquisizioni realizzate presso collezionisti o antiquari, le raccolte pontificie si ampliano notevolmente. Ben presto, per influsso del pensiero illuministico, i “Musei del Papa” si trasformano in un museo in senso moderno con il compito di tutelare le opere d’arte antica e di promuoverne lo studio e la conoscenza.
Sotto il Pontificato di Giovanni Paolo II si compie il completo restauro della Cappella Sistina, avviato nel 1979. L’intervento complessivo copre un arco temporale lungo venti anni e la conclusione della “magna impresa” viene annunciata nella messa solenne celebrata da Papa Wojty?a l’8 aprile 1994. Nella successiva e ultima fase del cantiere si interviene solo sulle opere non eseguite da Michelangelo.

Sotto il Pontificato di Benedetto XVI si susseguono una serie di grandi restauri curati e realizzati dai Musei Vaticani, a partire dal 2006 quando si procede al recupero della Sala dell’Immacolata, voluta nella metà dell’Ottocento da Papa Pio IX e decorata da Francesco Podesti. Segue nel giugno 2009, la presentazione presso la Sala Regia del restauro della Cappella Paolina, da sempre luogo di culto riservato al Papa e alla Famiglia Pontificia. L’intervento riguarda i due murali realizzati da Michelangelo tra il 1542 e il 1450, raffiguranti la Conversione di Saulo e la Crocifissione di San Pietro.
Nel corso del primo anno di Pontificato di Papa Francesco, nel dicembre del 2013, le collezioni del Museo Storico Vaticano, collocate sin dal 1987 nel Palazzo Apostolico Lateranense, vengono interessate da un importante progetto di trasferimento e di riallestimento negli ambienti espositivi dei Musei Vaticani e del Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo.

LASCIA UN COMMENTO