Galleria-subalpina 1

Il fascino dei passage torinesi – le gallerie coperte

Trovandoci a Torino non si può passeggiare tra le sue eleganti vie del centro storico senza soffermarsi ad ammirare le 3 meravigliose gallerie coperte:

Subalpina – Unberto I – San Federico.

 

Rappresentano un classico esempio di architettura francese – i famosi “passage ” – passaggi coperti – che permettevano ai cittadini di passeggiare anche in caso di pioggia e importanti sedi di ritrovo dal momento che spesso erano dotate di negozi, caffetterie e sale cinematografiche .

La storia della loro costruzione ha inizio nel 1856, quando l’architetto Barnaba Panizza, incaricato dal marchese Natta d’Alfano, progettò la costruzione della “galleria Natta d’Alfano” e nel  1888, invece, Camillo Riccio lavorò per la progettazione della “galleria nazionale”.

Purtroppo nel 1930, entrambe furono demolite per far posto ai lavori di ricostruzione di via Roma.

Ad oggi, sono rimaste solo tre storiche gallerie a Torino.

GALLERIA SUBALPINA

Il nome ufficiale di questo passage torinese è “Galleria dell’industria Subalpina” – da ricondursi al fatto che i lavori per la sua costruzione furono finanziati dalla Banca dell’Industria Subalpina.

Possiede uno stile prettamente ottocentesco, venne inaugurata nel 1874 ed è uno dei simboli della città di Torino. La galleria, si affaccia praticamente in Piazza Castello, è sede del “Cinema Romano” e del caffè “Baratti e Milano”, rispettivamente uno dei cinema e uno dei caffè più antichi del capoluogo piemontese. Nella galleria, inoltre, sono state girate alcune scene del film “Quattro Mosche di Velluto Grigio” di Dario Argento.

GALLERIA UMBERTO I

Inaugurata nel 1890. La storia di questa galleria ha oltre mezzo secolo. L’area infatti fu sede dell’Ospedale Mauriziano, il più grande ospedale della città di Torino dell’epoca, qui situato dal 1575 fino al suo trasferimento nella nuova sede di Corso Stupinigi – odierna Corso Turati. Situata  nell’area di Porta palazzo, nei pressi di piazza della Repubblica. Tra i negozi ospitati nella Galleria Umberto I di Torino c’è la storica Farmacia Mauriziana, inaugurata nel lontano 1575. 

 

GALLERIA SAN FEDERICO

Situata in una delle zone più centrali di Torino, ra via Roma e via Bertola, la galleria San Federico è, tra queste tre bellezze architettoniche, la più recente.  Costruita nel 1933, fu la prima sede del quotidiano – La Stampa .

Con le sue ampie vetrate, la struttura a “T” e le colonne e volte in marmo pregiato è sicuramente un’altra delle bellezza torinesi tutte da vedere.

Tra le sue mura risiede lo storico Cinema Lux una delle sale cinematografiche più antiche di Torino e, tanto per non farsi mancare nulla, Dario Argento decise di girare alcune scene del film “Profondo rosso”.

SCOPRI INSIEME A NOI LE STORIE E LE CURIOSITA’  DI TORINO PARTECIPANDO AI NOSTRI TOUR GUIDATI.

LASCIA UN COMMENTO